.
Annunci online

 
laformica 
quando parla la Formica
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il sito delle primarie e dell'Associazione per il Partito Democratico
Marista Urru
supermanu05
Noantri - non basta pensarlo, bisogna dirlo
Daniele Luttazzi
thc
Franco Abruzzo
Dagospia
Blog Orso Bruno
www.giawba.ilcannocchiale.it
drhouse92
Sandalo Italiano
Milion Portal Bay
  cerca

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Lo staff e i collaboratori non sono responsabili del contenuto e della forma dei commenti lasciati in calce ai post pubblicati. Malgrado qualche pubblicitario ci abbia proposto qualcosa, non essendo questo un sito a scopo di lucro, abbiamo ritenuto, almeno fino ad ora, di non dover inserire banner e qualunque altra cosa che si avvicini anche solo lontanamente alla pubblicità. LE foto contenute su questo sito, sono per la maggior parte dei casi prese dalla rete. Le altre sono nostre. Nel caso siate proprietari di qualche foto qui riportata, prima di denunciarci, scrivete una cortese mail all'indirizzo: smith.laformica@gmail.com e provvederemo a rimuoverle.


 

La Formica democratica | Formicaio e dintorni | la Formica cosmopolita | Formicolio | In Formica | La Formica argentina | La Formica felice | Formicultura | La Formica d'Italia | La Formica quotidiana | il fomichiere di Ceppaloni | Fomiche malinformate | Diario dei due mondi | Formichine bamboccione |
 
il fomichiere di Ceppaloni
1visite.

21 ottobre 2007

Come far fuori Mastella dal governo


di Winston Smith - smith.laformica@gmail.com

Premesso che se dovessero far fuori Clemente Mastella, dalla politica nazionale, saremmo dispiaciuti...dovremmo eliminare la nostra rubrica a lui dedicata (il formichiere di Ceppaloni), possiamo dare comunque qualche dritta a Prodi.

Ipotesi numero 1: Rimpiazzarlo con un suo tirapiedi stufo di rispondergli: "sissignore!". Basta individuare segni di destabilizzazione tra i componenti dell'Udeur in parlamento, individuare poi qualcuno che "vuole qualcosa" perchè "ancora non gli è stato concesso". Il gioco è semplice: mettiamo caso che un deputato dell'Udeur ambisce a ricoprire incarichi più "autorevoli"; mettiamo caso che il medesimo riesca a portarsi dietro il partito, mettendo sotto scacco l'attuale guardasigilli, sfiduciandolo pure magari... non serve neanche continuare ... le istruzioni non servono. Mastella sarebbe fuori con una operazione indolore per tutti.

Ipotesi numero 2: la Costituzione della Repubblica Italiana parla chiaro, il Governo può anche cadere, ma prima delle elezioni anticipate il Presidente della Repubblica ha il dovere e l'obbligo di verificare se c'è la possibilità che all'interno del Parlamento si siano stabilite nuove alleanze che portino ad una maggioranza, utile ai fini della governabilità del paese. Ecco: mandate a quel  paese Mastella, fate entrare l'Udc - che non aspetta altro - nel Governo e chi s'è visto s'è visto. Meglio un Casini oggi che un Mastella domani.

Ritengo la seconda ipotesi più palusibile. Anzi ritengo che: visto che determinate decisioni si devono prendere con una larga maggioranza, la sinistra radicale e il centrosinistra, insieme all'Udc basterebbero per fare la cosa essenziale che bloccherebbe ogni governo: la riforma della legge elettorale. Dopo si potrebbe pure andare a nuove elezioni, garantendo a chi governa una maggioranza più ampia.




permalink | inviato da WSmith il 21/10/2007 alle 21:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

17 ottobre 2007

Le dichiarazioni shock della moglie di Mastella

di Winston Smith - smith.laformica@gmail.com 





Il nostro Clemente Guardasigilli si è ributtato a capofitto sul lavoro (speriamo non ci sbatta il grugno!). Ceppalonio è impegnato a risolvere i problemi dei carceri italiani e, mentre pensa all'indulto bis... e mentre si prodiga per far arrivare l'autorizzazione a indagare su Storace, cos'ha pensato bene di fare per la sua reputazione? Far intervistare la moglie, Sandra Lonardo, da Donna Moderna... ovviamente a fine lettura... i nostri occhi erano sgranati come quelli di Homer Simpson...

«La sfortuna di Clemente è che non ha dietro un grande partito. Lui ha fatto una scelta di libertà, nessuno può dire di esserselo comprato e quello che abbiamo è frutto del nostro lavoro».
Frutto del nostro lavoro?? Ma quale lavoro?? Sapete che mestiere fa Sandra Lonardo? Ma certo ch lo sapete!!!E' presidente del consiglio regionale della Campania!!!!! 

«Per quanto riguarda le case - continua la Lonardo - abbiamo comprato da un privato con lo sconto che ci spettava come inquilini. Abbiamo un mutuo da 500 mila euro. Se Clemente voleva essere un uomo ricco, poteva esserlo no? Lo sa quanti politici intestano a società per non comparire?».
Un mutuo da 500 mila euro? E non è un uomo ricco? Chi diavolo si può permettere in Campania un mutuo da 500 mila euro? Un barbone?

Sulla questione dell'uso privato dell'aereo di Stato, da parte di Mastella, Sandra Lonardo dà la sua spiegazione: «La circolare del 30 giugno impone l'aereo di Stato per la sicurezza e la gente lo sa perché? Il ministro firma il carcere duro per i mafiosi, i terroristi e conosce segreti che non vanno detti. Si è portato il figlio, non l'amante. Perché tanti politici l'amante la fanno diventare la loro collaboratrice». Su questo ci possiamo passare sopra... non ce la sentiamo di far ironia sulle lacrime di una povera moglie (presidente regionale) in pensiero, con un marito (ministro) che porta il figlio a vedere la partita... con un aereo di Stato...

«Roma 2.500 persone hanno manifestato per lui - continua riferendosi a Ceppalonio - ma non l'ha scritto nessuno. I poteri forti lo attaccano perché non si vuole il centro, ma Clemente sta crescendo alla faccia loro». E' su questo punto che i nostri occhi hanno strabuzzato... dobbiamo commentare? Ma chi ce lo fa fare... ? Ma si commentiamo: 1) sul fatto che non si vuole "il centro", non è affatto vero, altrimenti non avrebbero partorito il Pd, con la previsione di una ipotetica alleanza con l'Udc; 2) 2500 persone avranno anche manifestato, ma la signora Lonardo ha dimenticato di leggere tutti gli striscioni; 3) "Clemente sta crescendo" alla faccia dei poteri forti... ma se lui già fa parte dei "poteri forti"... cresce? Alla faccia di chi?






permalink | inviato da WSmith il 17/10/2007 alle 17:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

9 ottobre 2007

Giustizia: Mastella a sinistra, "Se vi faccio schifo lasciamoci"... ma quando però?


Ceppalonio è ancora a caccia di suoi difensori tra i colleghi del centrosinistra

ROMA - Il guardasigilli Mastella lancia l'aut aut alla sinistra della coalizione. "Se vi faccio schifo lasciamoci con molto garbo e andiamo alle elezioni. O mi difendete o ci lasciamo" ha detto il ministro della Giustizia Mastella intervenendo alla trasmissione "Porta a Porta". Mastella si riferiva al linciaggio - cosi' lo ha definito - riservatogli durante l'ultima puntata di "Anno Zero" di Michele Santoro cui hanno partecipato i magistrati Forleo e De Magistris. (Agr)

Non lo difendete! Anche perchè pare sia indifendibile! E poi... la paura delle elezioni anticipate non ce l'ha nessuno... al momento che Mastella scapperà... entrerà l'Udc con Casini che spunterà come un fungo dal sottobosco...

Parlamentari... fateci un favore: prima di andare a nuove elezioni... mettete mano alla legge elettorale...ma fatene una seria!

W.Smith




permalink | inviato da WSmith il 9/10/2007 alle 1:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

8 ottobre 2007

Troviamo una nuova casa a Mastella...

di Winston Smith - smith.laformica@gmail.com

Si ritiene stufo del "linciaggio mediatico" che gli hanno riservato la Rai e L'Espresso in questi giorni. Si ritiene offeso fino al punto di gridare: «o il Cda della Rai dà delle regole di civile convivenza nel servizio pubblico, o presenteremo in Parlamento mozioni di sfiducia, partendo dal Senato dove i numeri della maggioranza sono più ballerini ...». 
E' Clemente Mastella da Ceppaloni, Ministro della Giustizia e leader dell'Udeur, che ha preso di mira anche i vignettisti.  «Sono stufo d'esser bersaglio permanente per vignettisti, conduttori e giornalisti e anche se più male di quello che mi hanno fatto non mi possono fare, ci tengo a parlare per gli italiani che di questa tv hanno le scatole piene».
Il nostro caro ministro, dovrebbe chiedersi il perchè giornalisti, conduttori tv e vignettisti lo prendono di mira. Inoltre rivolgersi alla popolazione che è stufa di questa tv, serve a poco. Perchè dal basso la gente, oltre a esser stufa delle Tv statali e non, è anche stufa di Mastella e del suo voler a tutti costi esser "l'ago della bilancia". Il popolo degli intellettuali, degli studenti... di tutti quelli un po' informati, è inorridito dalle sue proposte di legge... o idee di proposte ... specialmente quelle che riguardano l'informazione.

Tra i capi espiatori di Mastella c'è - di nuovo, peccato per lui - Santoro. Ma ci sono anche Giovanni Floris e Marco Travaglio. Li definisce al pari di una certa «sinistra gaudente e corrosiva», poichè lavorano per favorire «il ritorno di Berlusconi». Il nostro punto di vista e quello della gran parte della popolazione è che costoro lavorano e informano con correttezza. Si guardi il caso Santoro, confinato da Berlusconi, per cinque anni, "confinato in un'altra dimensione". Solo perchè ha osato parlare. Ma a questo punto pare proprio che Mastella sia fatto della stessa pasta del cavaliere... (ma poi... cavaliere di cosa? Di Malta? Ha fatto mai il fantino? Boh...).

Mastella è riuscito a criticare anche quell'ultimo barlume di Tv pubblica fatta "cum grano salis" arrivand ad affermare che, a questo punto, è meglio il Tg di Emilio Fede... ... ... ... ... Tutti questi puntini di sospensione li mettiamo per comunicare al lettore come, più volte ci siamo sentiti di rispondere a Mastella alla maniera di Beppe Grillo... ma ci siam fermati... Certo, se Fede fa buona informazione... ma se sopratutto Fede è un giornalista...è anche giusto che Mastella faccia il Ministro della Giustizia. Ma un posto per Topolino? Non c'era? 

Mastella denuncerà l'Espresso, per una inchiesta, a suo dire, condotta  "con pregiudizio”, nella quale viene accusato di aver assunto in maniera clientelare 60 precari in Calabria, con contratti interinali. Intanto, in merito ha risposto: «Io non mi occupo di appalti e non me ne occuperò mai. Di notte voglio dormire, lo dicevo proprio ieri a mia moglie: meno male che non ho “scheletrini” nell’armadio sennò... Quelle assunzioni le ha fatte il prefetto, mi dispiace per la direttrice del settimanale...».

Meno male che non ha "scheletrini" nell'armadio, sennò... di notte lui, che è Ministro della Giustizia, dorme tra due guanciali...

Forse illuminato da Dio, come folgorato sulla via di Damasco, ... una cosa vera Mastella l'ha detta: «Basta copertine dell’Espresso su di me il mio faccione fa perdere il 30% delle copie...».

Forse è ora di trovare una nuova casa a Clemente, sempre che riesca a capire che è ora, per lui, di fare un passettino in dietro.




permalink | inviato da WSmith il 8/10/2007 alle 0:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia